Calo di pressione, il rimedio che conosciamo tutti è sbagliato: cosa fare per intervenire subito e alleviare i sintomi

Questo rimedio contro il calo della pressione serve a ben poco: cosa fare e non fare mai per alleviare i sintomi.

Il calo di pressione è un avvenimento piuttosto comune e ci sono tecniche immediate che possono ristabilire la situazione. Tuttavia molti cadono in errore, impiegando un rimedio che non solo non ha alcun fondamento ma semplicemente non funziona. Si può considerare assolutamente sbagliato in questi casi.

Calo pressione come alleviare sintomi
Come rimediare subito al calo di pressione – Gentechevainmontagna.it

Ovviamente è importante avere degli elementi per intervenire subito per problemi lievi di questo tipo. Ma è essenziale anche sapere come fare correttamente per non peggiorare la situazione facendo poi spaventare la persona che sta avendo un calo di pressione.

Calo di pressione: il rimedio per ristabilire subito la situazione

Nella maggior parte dei casi quando qualcuno avverte un calo di pressione, giramenti di testa e nausea correlata c’è l’abitudine di offrire un bicchiere di acqua e zucchero per risanare le sue condizioni. Questa è abitudine diffusa e consolidata ma sbagliata. Non ha infatti alcuna validità da questo punto di vista in quanto lo zucchero in quel momento non serve.

Calo di pressione rimedio
Il rimedio errato per la pressione bassa – Gentechevainmontagna.it

Quando si manifesta un problema di questo tipo la prima cosa da fare è sdraiarsi, quindi attendere che i sintomi si plachino da soli. Va bene anche la posizione seduta. A quel punto è possibile dare un bicchiere con del sale o direttamente dei granelli da sciogliere sotto la lingua. L’assunzione di zuccheri non serve, basta già l’acqua per aiutare perché consente di attivare gli osmorecettori epatici che sono in connessione diretta con le condizioni nervose e quindi possono far aumentare la pressione.

Talvolta questa condizione è data da disidratazione, molti non lo sanno ma non assumono un corretto quantitativo d’acqua giornaliero e questo ha ripercussioni enormi per l’apporto di sali minerali. In caso di calo pressorio, basta solo quindi aspettare qualche minuto, evitando tecniche fai da te che possono solo peggiorare la situazione. Le persone che soffrono di ipotensione, quindi di pressione bassa, trovano giovamento dal sale perché il sodio serve a rendere il sangue più denso.

Ovviamente come abitudine comune non è consigliabile, i valori riferiti a livello nazionale sono sempre di 1 cucchiaino di sale al massimo al giorno, considerando anche quello contenuto nei prodotti. Diversa è la condizione di chi soffre di ipertensione, quindi di pressione alta, e ha un calo pressorio. In questi casi la situazione può apparire peggiore per chi si sente male perché si passa da una pressione molto alta, a cui il corpo è anche abituato, a una pressione più bassa che determina un balzo improvviso.

Impostazioni privacy