Autovelox vietati con il nuovo Codice della Strada: quando diremo addio alle multe per eccesso di velocità

Cambia di nuovo il Codice della Strada e lo fa per gli Autovelox che avevano già destato alcuni problemi negli ultimi mesi.

Il nuovo pacchetto di misure che riguarda la velocità e la regolamentazione degli autovelox in Italia porta a una modifica importante che riguarda un po’ tutti i guidatori. Motivo per cui bisogna prendere atto anche per capire in che modo gestire proprio le multe.

Autovelox vietati Codice Strada
Autovelox addio, cosa dice il nuovo regolamento – Gentechevainmontagna.it

Il governo, infatti, ha stabilito un pacchetto di norme che saranno approvate e quindi rese effettive dal prossimo mese. Queste norme riguardano la viabilità su strada e nello specifico trattano il già discusso tema degli autovelox e dei limiti. Ma vediamo meglio nel dettaglio di cosa si tratta.

Cambia il Codice della Strada: novità per gli autovelox

Il grande cambiamento riguarda la rimozione degli autovelox se il limite di velocità è inferiore o comunque pari ai 50 km orari. Le regole non sono ancora state formalmente approvate ma ormai è questione di tempo. Il prossimo mese, infatti, sarà data l’introduzione di questi aggiornamenti e quindi bisognerà anche comprendere come tutelarsi. Le direttive sono state studiate per regolare l’uso degli autovelox che sono fondamentali per la sicurezza su strada. Ovviamente di contro però, è anche importante evitare il loro utilizzo solo ed esclusivamente per “fare cassa”.

Codice della strada novità autovelox
Cambiamento limiti Autovelox – Gentechevainmontagna.it

Le nuove regole permettono l’installazione degli autovelox in zone apposite, che siano designate da atto del Prefetto, ad un chilometro di distanza da cartello che segnala la presenza del sistema di controllo della velocità. Ora le indicazioni saranno più chiare e precise, a tutela dei guidatori, della sicurezza ma anche della praticità della stessa nella vita quotidiana.

Tutti coloro che si troveranno quindi a ricevere delle multe che non sono attinenti a quanto previsto sicuramente possono valutare un ricorso se ci sono i termini giusti per farlo. Si può affermare che questi saranno proprio vietati sotto tale soglia e quindi si troveranno plausibilmente solo fuori dai centri urbani. Per quanto riguarda invece le strade extraurbane, questi possono essere posti solo se il limite non è inferiore di oltre 20 chilometri orari.

Questo vuol dire che se una strada extraurbana ha come standard i 110 km orari, l’autovelox può essere posizionato solo se c’è un limite specifico di 90 ma non se è inferiore. Nel decreto si legge anche che viene sancito l’impegno di utilizzare l’autovelox Scoutspeed, quindi su veicoli in movimento, laddove non ci sia la possibilità di andare a installare quelli fissi. Questi dispositivi sulle auto delle forze dell’ordine dovranno comunque essere dichiarati e quindi visibili ai cittadini.

Tantissimi cambiamenti quindi che avranno una forte ripercussione alla guida, dopo i precedenti già annunciati e dopo questioni che stanno sorgendo e che interessano il Paese sui limiti di velocità nelle zone urbane. Il tutto per migliorare la circolazione ma soprattutto evitare incidenti.

Impostazioni privacy