Piatti, sai qual è il lavaggio migliore per risparmiare? Se pensi di conoscere già la risposta, oggi ti ricrederai

Qual è il lavaggio più conveniente per i nostri piatti e soprattutto per le nostre tasche? La risposta sembra scontata, ma non lo è affatto. 

Piatti, meglio lavarli a mano o in lavatrice? Apparentemente il lavaggio a mano nel lavello di casa è sempre preferibile all’uso della lavastoviglie in termini di consumo di acqua. Questa è la convinzione più diffusa.

Qual è il lavaggio più conveniente per i nostri piatti
Qual è la soluzione più conveniente per lavare i piatti – gentechevainmontagna.it

Una convinzione che però, come spesso capita, non regge alla prova dei fatti o, meglio, davanti al progresso tecnologico. È vero che le prime lavastoviglie elettriche consumavano acqua almeno quanto – o anche più – del lavaggio a mano. Da allora però, perdonateci la battuta, di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia.

Le lavastoviglie più moderne infatti hanno ridotto in maniera sostanziosa gli sprechi d’acqua e adesso utilizzano una quantità d’acqua molto inferiore rispetto al passato, quando il confronto col lavaggio a mano le vedeva alla pari o addirittura perdenti. Qual è allora la scelta meno dispendiosa per lavare i piatti? Scopriamolo insieme. 

Piatti, ecco qual è il lavaggio migliore per risparmiare

Bisogna sapere che a parità di oggetti da lavare, una lavastoviglie moderna impiega un quantitativo d’acqua dalle 2 alle 13 volte inferiore rispetto al lavaggio a mano. Lo mostra, tra le altre cose una ricerca del dipartimento di Ingegneria Agraria dell’Università di Bonn (Germania), dal quale si evince che una lavatrice consuma tra i 12,0 e i 17,7 litri di acqua, quando invece per lavare a mano le stesse stoviglie se ne vanno via dai 34,7 ai 160,1 litri di acqua.

Lavaggio piatti qual è la soluzione che fa risparmiare di più
La lavastoviglie è sicuramente la soluzione più economica per lavare i piatti – gentechevainmontagna.it

Un altro studio, sempre dei ricercatori di Bonn, mostra che in media una lavastoviglie consuma circa 15 litri d’acqua – che scendono a 9 usando un programma ECO – contro i 103 litri del lavaggio a mano. Naturalmente il risparmio maggiore si ha quando si utilizza la lavastoviglie a pieno carico. Ma non è sempre detto che la lavastoviglie sia più conveniente dal lavaggio a mano. 

Malgrado gli indubbi vantaggi della lavastoviglie sul piano degli sprechi d’acqua, lavare a mano rimane una pratica importante quando parliamo di utensili in legno, vetro sottile e grandi pentole che non possono o non vanno introdotti nella lavastoviglie. Buone pratiche da adottare per risparmiare sul lavaggio a mano possono essere quella di  rimuovere i residui solidi dalle stoviglie prima di iniziare a lavarle e di riempire con acqua calda e alcune gocce di detergente padelle e pentole incrostate, lasciandolo in ammollo per un po’ di tempo. 

Aiuta a risparmiare sul lavaggio a mano anche lavare le stoviglie immergendole nell’acqua saponata e procedendo a piccoli gruppi. L’acqua poi andrebbe cambiata soltanto quando diventa troppo sporca. Meglio usare poi un secondo lavello o una bacinella piena d’acqua per risciacquare i piatti. 

Impostazioni privacy