Ministero della Salute richiama un nuovo prodotto: contiene salmonella

Il Ministero della Salute ha emesso nuovi avvisi per tutelare la salute dei consumatori e riguardano prodotti contaminati da batteri.

Sono moltissimi i richiami alimentari che ogni anno vengono pubblicati, e le motivazioni sono le più svariate; si passa dal rischio chimico a quello biologico, dal rischio fisico al ritiro precauzionale. A effettuare i controlli sui prodotti sono principalmente le aziende che li producono, proprio per garantire la qualità e la sicurezza.

Prodotto richiamato per salmonella
Attenzione a un prodotto ritirato dagli scaffali, contiene salmonella – (Gentechevainmontagna.it)

A volte però durante le fasi produttive possono accadere piccoli incidenti, che vanno a comprometterle, ed ecco perché scattano immediatamente gli avvisi. Oggi riportiamo le specifiche di un prodotto che è risultato contaminato da batterio salmonella, che come sappiamo è responsabile di tossinfezioni anche gravi.

Attenzione a questo prodotto, se ce l’hai in casa non devi consumarlo, è contaminato

Il consiglio divulgato dal Ministero è di prestare molta attenzione alle caratteristiche/nome del prodotto e della sua confezione.

Tè contaminato da salmonella
Il tè ritirato dagli scaffali causa salmonella – (Foto: salute.gov.it)- (Gentechevainmontagna.it)

Infatti il prodotto richiamato è un tipo di tè commercializzato in Italia ma prodotto in Spagna, quindi il nome sulle confezioni può risultare diverso. Ecco le specifiche:

  • Dharma Tè, prodotto dalla spagnola Azaconsa S.L. e venduto in Italia da Breskui srl.
  • Secondo il richiamo ufficiale c’è anche il nome in spagnolo: IT C-15 Dharma Compost Bio Roo Albahaca.

I Lotti coinvolti nel richiamo alimentare sono due, e ricordiamo che la motivazione è la presenza del batterio Salmonella.

  • lotti di tè rooibos e basilico bio – confezioni da 15 bustine – bustine a forma di piramide.

Attenzione anche al colore/grafica delle confezioni di tè, perché in alcune foto divulgate in merito agli alert alimentari sembrano giallo chiaro, mentre in altre più tendenti a un verde brillante.

Ecco perché chi di recente ha acquistato bustine di tè agli aromi sopra elencati, è invitato a controllare attentamente il nome del prodotto e anche il Lotto. Come ricorda il Ministero, il tè non va consumato assolutamente. I sintomi di una salmonellosi possono manifestarsi da 12 a 48 ore dopo il contatto col batterio e il soggetto può avvertire nausea e crampi all’addome, seguiti da diarrea, febbre e vomito.

I sintomi possono manifestarsi in forme ancora più gravi se il soggetto che ha assunto con un alimento o bevanda, in cui il batterio della Salmonella è anziano, così come per le donne in gravidanza e i bambini piccoli, e comunque tutti coloro che hanno una qualche forma di deficit immunitario. Chi ha acquistato il tè richiamato è inoltre invitato a restituirlo al negozio per ottenere un rimborso, che in questi casi spetta anche senza l’esibizione dello scontrino.

Impostazioni privacy