Massiccio richiamo di petto di pollo e non solo: il motivo (che preoccupa)

Petto di pollo richiamato dal mercato: non è la prima volta. Il rischio ha preoccupato l’azienda, la decisione è drastica. Di cosa si tratta e quali sono i motivi. 

La sicurezza alimentare è un argomento alquanto spinoso e proprio per questo i controlli sono certosini e non ammettono alcun errore. Un motivo in particolare ha spinto un’azienda italiana a richiamare dal mercato alcuni prodotti piuttosto consumati.

Richiamo alimentare petto di pollo motivi
Diversi lotti di pollo richiamati dal mercato, l’annuncio dell’azienda italiana – foto Gentechevainmontagna.it

La motivazione è stata diffusa, così come le altre informazioni riguardanti i singoli prodotti. Spesso e volentieri, infatti, le motivazioni annunciate dalle aziende riguardano possibili problemi di natura microbiologica, ora è il momento di scoprire tutto.

Di quale petto di pollo si tratta, i motivi del richiamo

Sono stati richiamati dal mercato, in via del tutto precauzionale, alcuni lotti di petti, sovracosce, fusi e durelli di pollo del marchio Aia. E proprio sull’avviso di richiamo si cita un possibile rischio microbiologico, ma senza scendere nei dettagli della vicenda. A pubblicare gli annunci sono stati i supermercati Iper. Ecco l’elenco completo.

  • Petto di pollo Aia, confezioni dal peso variabile, numero di lotto 3328937, data di scadenza 05/06/2024;
  • Sovracosce di pollo Aia, in confezioni di peso variabile, con i numeri di lotto 3328937 e data di scadenza 03/06/2024, numero lotto 3339045 con la data di scadenza 04/06/2024;
  • Durelli di pollo Aia, confezioni da 300 grammi, numero di lotto 3339383, data di scadenza 06/06/2024. In questo caso il richiamo è stato segnalato anche dai supermercati Pam Panorama;
  • Fusi di pollo Aia, confezioni di peso variabile, numero di lotto 3339045, data di scadenza 04/06/2024.
Lotti di pollo Aia ritirati dal mercato
Ecco quali sono i lotti dei prodotti Aia ritirati dal mercato – gentechevainmontagna.it

I supermercati Bennet hanno invece richiamato anche quattro lotti di fegato di pollo, sempre del marchio Aia. Secondo la nota di richiamo, infatti, si tratterebbe anche in questo caso di un possibile rischio di natura microbiologica.

A produrre i fegati di pollo è l’azienda agricola Tre Valli Società Cooperativa, lo stabilimento di produzione si trova in via Apollinare Veronesi 1, a Nogarole Rocca (provincia di Verona). Il  marchio di identificazione è IT 0851 M CE.

Ma cosa bisogna fare in questi casi? Aia parla chiaro e chiede ai consumatori e alle consumatrici di non consumare il pollo con scadenze e numeri di lotto indicati. Chi è in possesso del prodotto può restituirlo al punto vendita d’acquisto, così da ricevere la sostituzione. È sempre opportuno controllare i richiami alimentari, potrebbe riguardare un prodotto da poco acquistato.

Impostazioni privacy