Farmaco originale o generico, sono davvero la stessa cosa? La differenza nell’efficacia

Tra il farmaco originale e quello generico non cambia nulla? Ecco la differenza tra i due prodotti e la loro efficacia.

Spesso quando arriviamo in farmacia non troviamo il farmaco prescritto dal medico e ci offrono quello generico. Lo scetticismo può essere lecito: sono la stessa cosa o ci sono delle differenze? Ecco la risposta che cambia tutto.

Differenza tra farmaco originale e generico
Farmaco originale o generico, sono davvero la stessa cosa? (Gentechevainmontagna.it)

Ci sono delle reali differenze tra il farmaco originale e quello generico? Cosa cambia tra l’acquisto e l’efficacia dell’uno o dell’altro? Ecco la differenza tra i due prodotti, i chiarimenti e tutte le spiegazioni. Spesso si sente parlare di farmaci originali e generici e sempre più spesso ci si chiede se ci siano differenze tra di loro o meno: ecco qualche chiarimento sulla questione.

Farmaci originali o generici: qual è la differenza? Ecco cosa cambia tra i due prodotti

Non ci sono delle vere e proprie differenze tra farmaci originali e quelli generici, infatti la prima cosa da sapere è che in entrambi i casi, c’è lo stesso principio attivo. I due prodotti hanno anche la stessa forma farmaceutica  e la stessa via di somministrazione. Tuttavia tutti i farmaci, sia originali che equivalenti, per poter essere commercializzati, devono avere l’approvazione dell’Aifa e dell’Ema.

Differenza tra farmaco originale e generico
La differenza nell’efficacia tra farmaco originale e generico-(Gentechevainmontagna.it)

Sono le Associazioni del Farmaco che autorizzano la vendita del prodotto e la sua immissione in commercio. Ovviamente in ogni caso, in cui c’è l’approvazione di un farmaco, vanno valutati dei parametri, che sono condivisi da tutti i paesi europei quindi la qualità, la sicurezza e l’efficacia terapeutica. 

Per questo motivo, non ci sono differenze tra farmaci originali e quelli di marca, ma l’unica reale differenza tra i due è quella economica perché il farmaco equivalente costa decisamente meno. Per legge deve essere almeno il 20% meno caro di quello di marca. Ma ci sono dei cambiamenti anche in altri aspetti? Vediamo di spiegare meglio le differenze sostanziali.

Dal punto di vista farmacologico, non ci sono differenze né sulla somministrazione né sull’efficacia. A monte della registrazione dei farmaci, il Ministero della Salute garantisce, la pari efficacia del medicinale equivalente con quello di marca. Questo vuol dire che non si troverà nessun beneficio maggiore nell’acquistare un medicinale, di cui riconosciamo la marca, rispetto a un altro con lo stesso principio attivo. Come in molti altri prodotti quindi è tutta questione di brand, marketing e prezzo. Ma possiamo stare sicuri quando il farmacista ci propone un generico al posto del farmaco originale.

Impostazioni privacy