Bonus revisione auto, richiederlo è semplicissimo: a quanto ammonta l’importo

Col nuovo bonus auto 2024, la revisione del proprio mezzo non peserà più sulle proprie finanze: come funziona.

La revisione auto è obbligatoria ma ora è possibile accedere a un beneficio di tipo economico che permette di ottenere un sostegno importante. Fino al 2023 era attivo il bonus e quindi si poteva avere accesso ad un beneficio di circa 10 euro aperto a tutti. Ora questa modalità non è possibile, ma ci sono delle altre opzioni altrettanto valide che sono di sicuro interesse per i guidatori.

Bonus revisione auto
Come funziona il bonus revisioni auto – Gentechevainmontagna.it

Anche un piccolo sconto su una cifra che comunque non va oltre i 100 euro può comunque fare la differenza. Il costo della revisione, infatti, viene sempre determinato in base al tipo di veicolo, al tipo di azienda scelta per fare questo tipo di passaggio obbligatorio e anche relativamente a sconti e agevolazioni di quel momento. Ma scopriamo insieme tutto quello che serve sapere per risparmiare.

Bonus auto: come risparmiare sulla revisione nel 2024

Il bonus veicoli sicuri, ovvero l’opzione per la revisione auto e il rimborso di 9.95 euro era fissato fino al 2023, quindi solo coloro che hanno effettuato entro dicembre dell’anno la revisione hanno accesso al credito erogato direttamente sul proprio conto corrente. Una piccola cifra ma comunque utile e aperta a tutti.

Bonus revisione auto importo
Bonus revisione auto: tutto quello che c’è da sapere – Gentechevainmontagna.it

La revisione è obbligatoria e non si deve confondere con le altre disposizioni o necessità relative alla vettura, alcune obbligatorie ed altre invece libere. Coloro che circolano senza revisione auto rischiano una sanzione fino a 694 euro, quindi è bene non solo farla ma prestare attenzione alla scadenza. Il funzionamento infatti non è sempre uguale. La prima va fatta dopo quattro anni dall’immatricolazione, dalla seconda in poi invece la periodicità è differente e cambia in base al tipo di veicolo.

Per le auto è di tipo biennale, quindi si esegue una volta ogni due anni necessariamente. Ci sono alcune differenze per quanto concerne i veicoli di interesse storico, per le auto d’epoca, ecc. Le revisioni possono anche essere disposte in via straordinaria, si tratta quindi di obblighi dopo segnalazioni degli organi di polizia. La revisione va fatta presso la motorizzazione o presso i centri di revisione autorizzati. Questi sono leggermente più costosi ma ovviamente si può prendere appuntamento e fare tutto in modo veloce.

Proprio per agevolare la cittadinanza in questo senso, anche a fronte di quelli che sono i costi leggermente in aumento e di quella che è per il 2024 la mancanza di un vero e proprio bonus, molte strutture aderenti hanno offerto ai clienti per l’anno in corso bonus e agevolazioni con piccole revisioni sul prezzo per consentire di fare questo tagliando obbligatorio e che rende più sicura per tutti la guida, risparmiando. Un gesto importante che verte però su una questione puramente spontanea e non obbligatoria. È utile quindi chiedere al proprio riferimento sul territorio quali sono i costi e se sono previste scontistiche apposite.

Impostazioni privacy