Bollette: puoi pagare meno con questa procedura molto consigliata dalle associazioni dei consumatori

Bollette troppo salate? Utilizza questa procedura consigliata anche dall’Associazione dei Consumatori e vedrai che risparmio.

L’aumento dell’inflazione e i rincari stanno mettendo in ginocchio tante famiglie italiane. Per questo il Governo ha sancito negli ultimi anni delle misure economiche per offrire un sostegno concreto a quei nuclei familiari che versano in condizioni di criticità. Ma, a volte non basta, poiché con l’aumento dei prezzi di primo consumo è divenuto davvero difficile giungere alla fine del mese senza arrancare. Infatti, come è giusto che sia, nonostante la crisi gli oneri contributivi vanno versati. Non si può prescindere dal pagamento di bollette di luce, acqua, gas e di tutte quelle imposte dovute.

Bollette: puoi pagare meno con questa procedura
La pratica consigliata dalle associazioni dei consumatori, addio bollette salate- (Gentechevainmontagna.it)

Ovviamente, lo Stato riserva alle persone meno abbienti delle agevolazioni in ragione della loro situazione economica. Per chi però non rientra nei parametri fissati dal legislatore per ottenere, ad esempio, delle detrazioni ad hoc, resta la difficoltà di affrontare serenamente le spese per il sostentamento della famiglia. Se anche tu versi in questa situazione e non sai a chi rivolgerti per avere bollette meno care, devi leggere quanto segue. Si tratta di una procedura utilizzata da tanti e, che assicura un risparmio considerevole in bolletta.

Bollette salate? Paga meno con questa procedura, la consigliano anche le Associazioni dei Consumatori

A consigliarla è anche l’Associazione dei Consumatori, a patto che ci siano delle motivazioni concrete e precise alla base. Ricevere una bolletta troppo cara può diventare un’esperienza frustrante, soprattutto se si ritiene di essere stati vittime di errori di fatturazione. Può capitare infatti che il consumo sia stato calcolato male e che dunque ci siano degli addebiti non dovuti. L’aumento in bolletta può essere causato da nuovi elettrodomestici che consumano di più.

Con questa procedura puoi pagare meno
Bollette troppo care? Fai così- (Gentechevainmontagna.it)

A volte, l’aumento in bolletta si verifica perché si ha la cattiva abitudine di lasciare gli strumenti in stand-by. Talune volte un aumento del consumo è una diretta conseguenza di un malfunzionamento del contatore, ed è dunque necessario mettersi in contatto con il fornitore per effettuare una verifica. Altre volte un consumo eccessivo in bolletta può essere causato da condizioni meteorologiche esterne, come ad esempio l’aumento o all’abbassamento delle temperature.

Se si ritiene di aver ricevuto un addebito ingiustificatamente oneroso è necessario contestare la bolletta inviando un reclamo scritto al fornitore del servizio. Deve essere inviato a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno in modo da avere la prova dell’avvenuta consegna. Nel reclamo debbono essere necessariamente indicati i dati dell’utenza, la motivazione a sostegno della contestazione e, i documenti, come ad esempio la lettura dei contatori o le fatture precedenti, per sostenere la propria tesi. Esistono sul territorio nazionale delle Associazioni dei Consumatori che aiutano chi ne abbia intenzione ad inoltrare reclami per ottenere un riscontro più celere ed esaustivo.

Gestione cookie