Biblioteca Digitale delle Montagne, alla scoperta dell’iniziativa di Courmayeur

Courmayeur, rinomata località alpina romantica, si prepara ad inaugurare un’iniziativa importante, chiamata Biblioteca Digitale delle Montagne.

Questa piattaforma online vorrà rappresentare un archivio accessibile a tutti, progettato per esplorare e conservare un vasto patrimonio di testi, immagini e audio dedicati al mondo montano.

Grazie a un sistema tecnologicamente avanzato, permetterà ricerche interdisciplinari e trasversali, facilitando l’accesso a risorse culturali e di ricerca. Allora conosciamola meglio, questa Biblioteca Digitale delle Montagne.

La Biblioteca Digitale delle Montagne: un progetto inclusivo

Il progetto della Biblioteca Digitale delle Montagne, sviluppato dalla Fondazione Courmayeur, è parte integrante dell’ambizioso Courmayeur Climate Hub. Quest’ultimo, finanziato dall’Unione Europea nel quadro del PNRR, si estenderà fino al 2026, fungendo da guida per lo sviluppo della località alpina.

La Biblioteca Digitale delle Montagne si configura come una risorsa liberamente accessibile, destinata a custodire e rendere fruibili testi, audio e video inerenti alla montagna. Dunque la piattaforma online rappresenta un’opportunità senza precedenti per esplorare, da qualsiasi luogo e dispositivo, un vasto patrimonio culturale.

Courmayeur Climate Hub: un laboratorio di sostenibilità

Partendo dalla ristrutturazione dell’ex Hotel Ange e dei suoi affreschi ottocenteschi, Courmayeur Climate Hub si evolve in un network e laboratorio sociale dedicato alla sostenibilità. Attraverso iniziative culturali e sociali, si propone di rivitalizzare il borgo locale, digitalizzare i servizi turistici e affrontare le sfide legate ai cambiamenti climatici.

La Biblioteca delle Montagne prende vita all’interno della Fondazione Courmayeur Mont Blanc. Oggi ospita già 3100 volumi, schedati e catalogati nel corso degli anni, sui temi legati al contesto alpino, nelle sue diverse declinazioni.

Come si potrà fruire la biblioteca?

La Biblioteca Digitale, ospitata su una piattaforma liberamente accessibile, è destinata ad accogliere un patrimonio di testi, audio e video consultabili online, da casa, dall’ufficio e dallo smartphone.

Sarà un unico output, ovvero una fonte disponibile a tutti che sfrutta un sistema tecnologicamente avanzato che consente ricerche trasversali, su più tematiche e più volumi.

La partenza e il futuro della Biblioteca Digitale delle Montagne

La prima inaugurazione della Biblioteca Digitale delle Montagne è avvenuta lo scorso giovedì, il 14 dicembre 2023, è stata un passo molto significativo per la Fondazione Courmayeur Mont Blanc.

Ospitando già inizialmente, come sopra citato, 3100 volumi catalogati nel corso degli anni, si prevede che questa piattaforma diventerà un punto di riferimento per studenti, ricercatori e appassionati della montagna.

I prossimi eventi e i prospetti

Il 28 dicembre si terrà invece un evento di presentazione presso l’ex Hotel Ange, sede dell’Headquarter di Courmayeur Climate Hub.

Gli esperti condivideranno prospettive innovative sulla comunicazione contemporanea, l’evoluzione del giornalismo, e illustreranno le fasi e gli obiettivi del Courmayeur Climate Hub.

Gli ospiti e il programma del 28 dicembre

L’inaugurazione, il prossimo 28 dicembre – ore 18.00, presso la sede di Fondazione Courmayeur – sarà l’occasione per presentare questo patrimonio condiviso con la comunità attraverso modalità innovative, e approfondire vari temi insieme ad esperti.

Lucia Caretti, social brand manager de La Stampa, partirà dalla propria esperienza per raccontare le sfide della comunicazione contemporanea, tra social media, video e intelligenza artificiale, e spiegare come il giornalismo si sta attrezzando per cavalcare il cambiamento.

C. Climate Hub manifesto con montagne e loghi partecipanti
Foto manifesto | @courmayeurmontblanc.it – gentechevainmontagna.it

Un successivo focus su Courmayeur Climate Hub, a cura di Marco Riva, coordinatore di Courmayeur Climate Hub – PNRR, Fondazione Giacomo Brodolini, metterà in luce fasi e obiettivi di questa iniziativa, un vero e proprio network e laboratorio sociale di sostenibilità, che parte dalla riqualificazione dell’’ex Hotel Ange e dei suoi affreschi ottocenteschi e si arricchisce di attività con focus inerenti alla sostenibilità, alla rivitalizzazione del borgo in ambito social e culturale, alla digitalizzazione dei servizi turistici e ad eventi legati all’adattamento ai cambiamenti climatici e a percorsi di stakeholder engagement.

Infine Roberto Ruffier, di Fondazione Courmayeur Mont Blanc, presenterà gli sviluppi della nuova piattaforma online dedicata alla montagna, raccontando al pubblico come potrà essere utilizzata per accedere a un corpus di ricerche, immagini e documenti che presenteranno la montagna in tutte le sue declinazioni.

Il potenziale della Biblioteca Digitale delle Montagne

Grazie all’impegno della Fondazione Courmayeur Mont Blanc e al supporto del Courmayeur Climate Hub, la Biblioteca Digitale delle Montagne si prospetta come una risorsa di inestimabile valore per le generazioni presenti e future, offrendo un’opportunità senza precedenti di esplorare e preservare la ricchezza culturale delle montagne.

La Biblioteca Digitale delle Montagne è destinata a diventare un punto di riferimento nel mondo della ricerca e dell’esplorazione montana. Questa iniziativa apre davvero le porte a una vasta conoscenza della montagna, rendendola accessibile a chiunque desideri esplorarne la bellezza e la complessità.

L’iniziativa rientra nel progetto Courmayeur Climate Hub, finanziato dall’Unione EuropeaNext Generation EU nell’ambito del PNRR.

Impostazioni privacy