Asma o allergia stagionale? Come distinguerla e riconoscerla dai sintomi, cure e rimedi

Se notate nel periodo primaverile un peggioramento della tosse, probabilmente si tratta di asma bronchiale  allergica. Ecco come contenerla.

Tosse secca stizzosa, senso di peso al petto, mancanza di respiro? Ecco tutti i sintomi principali di un attacco di asma bronchiale, probabilmente dovuta, nel periodo primaverile, ad una reazione infiammatoria ai pollini, presenti in massa nell’aria. Inoltre nelle città, dove l’inquinamento urbano riempie l’aria di particelle emesse dalla combustione dei motori, l’organismo è sollecitato ancor di più a difendersi, peggiorando così i sintomi.

Donna con Ventolin
Tosse stizzosa e senso di peso al petto: sintomi dell’asma da non sottovalutare- (Gentechevainmontagna.it)

Consigliamo, prima di tutto, di rivolgervi al vostro medico, che potrà effettuare una diagnosi e indicarvi i test allergologici del caso e ad effettuare una spirometria per valutare la funzionalità dei bronchi e dei polmoni.

Effettuati questi esami, possiamo indicare alcune accortezze pratiche, per attenuare i sintomi e convivere più serenamente con questa patologia. Durante la crisi d’asma, vengono generalmente prescritti dei broncodilatatori spray, che aiutano a respirare meglio in pochi minuti. Effettuare correttamente l’inalazione è importante perché il prodotto raggiunga in breve l’effetto desiderato.

Tenete lo spray a 3 centimetri dalla bocca bene aperta, fate un respiro lento e profondo e subito dopo l’inizio del respiro, premete il pulsante. Continuate a inspirare dopo lo spruzzo e trattenete il respiro per 3-5 secondi. Il primo spruzzo apre le vie respiratorie, ma se fate due spruzzi veloci uno dopo l’altro, il secondo non fa niente di più. Se invece aspettate qualche minuto, il secondo spruzzo migliora le cose.

Quali situazioni peggiorano l’asma?

Ci sono alcune cautele che potrete adottare, per non peggiorare la patologia, ad esempio non  fumare, né inalare fumo passivo, ma anche stare lontano dai caminetti: assicuratevi comunque che la stanza sia ben ventilata e che il tiraggio sia buono. Attenzione all’aria troppo secca, a causa dei termosifoni: ponetevi sopra degli asciugamani bagnati, o utilizzate un deumidificatore.

Cause che peggiorano l'asma
Alcune situazioni o medicinali possono peggiorare l’asma- (Gentechevainmontagna.it)

L’aria troppo fredda e secca invernale, può essere mitigata dall’uso di una sciarpa o una mascherina, respirerete cosi aria più calda. Attenzione al climatizzatore troppo freddo, anch’esso tende a seccare l’aria. Inoltre evitate di stare in ambienti domestici polverosi, evitate i tappeti e gli animali domestici, ai quali potreste essere allergici.

Anche alcuni medicinali potrebbero essere nocivi per la vostra patologia, come ad esempio l’aspirina e l’ibuprofene. Se avete la sinusite, i polipi nasali e l’asma, non prendete antinfiammatori non steroidei, sostituite con il paracetamolo per sicurezza. Anche alcuni cibi potrebbero essere dannosi: i più comuni alimenti in grado di scatenare l’asma sono il latte, le uova, le noci e il pesce, anche alcuni additivi alimentari come il metabisolfito si trova con grande facilità nella birra, nel vino, nei gamberetti e nella frutta secca.

Impostazioni privacy