Sosta gratuita sulle strisce blu, ma non per tutti: come approfittarne

Grazie ad una specifica normativa è possibile sostare sulle strisce blu senza pagare nulla, questo è concesso ma non a tutti.

Con l’approvazione del testo Decreto Infrastrutture sono cambiate molte cose in relazione ai parcheggi e al contrassegno. Ci sono, infatti, importanti novità per tutti gli automobilisti di cui prendere atto perché molti non sanno quali sono i benefici disponibili.

Strisce blu gratuite come approfittarne
Sosta gratuita strisce blu: come approfittarne – Gentechevainmontagna.it

Tra le tante novità del Codice della Strada, alcune riguardano proprio la questione parcheggi. Soprattutto per chi abita in una grande città, infatti, sono un dato veramente fondamentale perché talvolta è quasi impossibile riuscire a trovare un posto auto.

Strisce blu gratuite per il parcheggio auto: a chi spetta

Con le nuove indicazioni, ovvero in alcuni casi specifici, è possibile fare richiesta per avere le strisce blu gratuite e quindi l’accessibilità del posto auto. Con la conversione del testo che è stato successivamente adottato, ci sono varie novità come gli stalli rosa per le donne e i genitori con bambini piccoli fino a 2 anni, il rafforzamento dei parcheggi, le nuove sanzioni.

Strisce blu gratuite a chi spetta
Come avere il parcheggio gratis – Gentechevainmontagna.it

La grande novità però è la sosta gratuita sulle strisce blu in tutta Italia per le persone che hanno un contrassegno disabili. Laddove infatti questi non riescano a trovare un posto auto apposito nei pressi del luogo dove sono diretti, possono sostare in un parcheggio di tipo standard, esporre il tagliando e non pagare. Quindi non è necessario farne richiesta. Basta avere il tagliando blu e apporlo direttamente in modo visibile sul cruscotto per i controlli del caso.

Questa però non è l’unica novità. Infatti i cittadini potranno parcheggiare sicuramente in maniera più libera con questa nuova indicazione. Ma è fondamentale anche la questione che riguarda le sanzioni che essendo fino a 672 euro permettono di gestire molto meglio la problematica relativa proprio al posto auto, per molti una vera odissea. I parcheggi per disabili prevedono un tot di stallo in determinate zone. Ma appare chiaro che quando si tratta di centro città la questione si complica, non è detto che sia così facile da trovare.

Per questo non solo i parcheggi vanno regolamentati e gestiti bene ma vanno integrate tutte le indicazioni possibili per rendere la vita di tutti più agevole, soprattutto chi ha delle difficoltà fisiche e ha necessità di sostare in prossimità senza dover pagare necessariamente un parcheggio privato. Un pacchetto di semplificazioni sulle auto dei disabili è stato inoltre determinato dagli ultimi provvedimenti in materia che consentono oggi una gestione più unificata in tutta Italia della materia.

Impostazioni privacy