Non solo Barilla, prezzi abbassati del 20%: questo famosissimo marchio ha deciso di combattere l’inflazione così

Per combattere l’inflazione Barilla ha decido di ridurre i prezzi di molti dei suoi prodotti, così come un altro famosissimo marchio.

Non sono aumentati solo i prezzi della benzina e delle bollette di luce e gas, ma anche dei beni di prima necessità. Così, per molte famiglie, fare la spesa è diventata sempre più un’impresa impossibile, contando i centesimi e faticando ad arrivare a fine mese, soprattutto quando in casa ci sono più persone da “sfamare”.

Inflazione: come la combattono le aziende
Barilla ha deciso di combattere l’inflazione abbassando i prezzi dei prodotti e così ha fatto un’altra famosa azienda – gentechevainmontagna.it

L’attuale scenario economico è davvero allarmante, con prezzi di prodotti di uso comune e di prima necessità arrivati alle stelle. Fortunatamente Barilla, leader nella produzione di pasta, ha abbassato i prezzi dei propri prodotti, proprio per venire incontro alle esigenze di tante famiglie economicamente disagiate. Dello stesso avviso anche un altro famosissimo marchio che ha deciso di combattere l’inflazione così.

Il marchio che ha deciso di combattere l’inflazione come ha fatto Barilla

Per venire incontro alle esigenze di tante famiglie che faticano a comprare beni di prima necessità, molte aziende hanno deciso di combattere l’inflazione abbassando i prezzi dei propri prodotti.

Inflazione: Findus come Barilla
Findus è un altro famoso marchio che ha deciso di combattere l’inflazione abbassando i prezzi dei prodotti come ha fatto Barilla – gentechevainmontagna.it

È di poco tempo fa la notizia secondo cui Barilla ha ribassato i prezzi di molti dei suoi prodotti del 7-15%. Fra questi, quelli della pasta e delle merendine e dei biscotti Pavesi e Mulino Bianco. Tutto questo a partire da febbraio 2024 e fino a dicembre 2024, facendo tirare così un sospiro di sollievo a tante famiglie che vogliono approvvigionarsi di questi prodotti. 

Ma c’è un altro famosissimo marchio che ha adottato la stessa strategia anti inflazione: si tratta di Findus, azienda controllata dal gruppo britannico Nomad Foods, e nota per la produzione dei buonissimi bastoncini di pesce. L’azienda ha fatto sapere che ha abbassato del 20% i prezzi dei suoi bastoncini di pesce per tutto il 2024.

Il country manager di Findus Italia, Renato Roca, ha dichiarato che questa decisione non è improvvisata, ma è stata preceduta da un investimento nella leva promozionale già a settembre dell’anno scorso, con l’adesione al Carrello anti inflazione voluto dal Governo. Con la riduzione dei prezzi, si spera di aumentare i consumi di prodotti surgelati, di cui appunto fanno parte i bastoncini Findus, dato che negli ultimi tempi c’è stata una diminuzione nell’acquisto di prodotti di questo genere.

Quindi quella di Findus è una strategia che sicuramente va incontro alle famiglie che si trovano in una situazione economica disagiata ma, di contro, è anche un modo per acquistare e riacquistare clienti. È probabile che anche altre aziende attueranno la stessa strategia anti inflazione, ribassando i prezzi di alcuni dei propri prodotti. 

Impostazioni privacy