In montagna con la realtà aumentata: l’esperienza indimenticabile di cui non potrai più fare a meno

È in Italia il primo borgo che si può sperimentare anche con la realtà aumentata per scoprire la montagna e le tradizioni che intorno ad essa ruotano in modo nuovo e innovativo.

Sembra difficile che il concetto di montagna e il concetto di futuro, in particolare quello della realtà aumentata e del metaverso, possano trovarsi così vicini eppure in Italia è stato appena inaugurato il nuovo esperimento che ha al suo centro un piccolo borgo tra le montagne che proprio attraverso la tecnologia moderna può vivere e raccontare ai visitatori tutta la propria storia.

Si tratta di un esperimento che è possibile toccare con mano presso Albaredo per San Marco, provincia di Sondrio cuore della Valtellina. Un esperimento che permette di avere una guida d’eccezione alla scoperta del passato di questa zona. Una zona che nasconde in sé tracce della presenza dell’uomo fin dalla preistoria e che può trasformarsi in un ottimo punto di partenza per esplorare tutta la Valtellina.

Di certo il modello di Albaredo per San Marco è un modello che può essere facilmente esportato anche in altri luoghi di montagna, ma non solo, per permettere una fruizione ravvicinata di tanti luoghi iconici ma poco conosciuti sparsi in tutta Italia.

Come funziona il metaborgo che in montagna porta la realtà aumentata?

Albaredo per San Marco è diventato il primo metaborgo d’Italia. Il lavoro fatto sfruttando un finanziamento della regione Lombardia si è tramutato in un percorso interattivo da fare con visori a disposizione dei gruppi di visitatori che sono invogliati, con una ottima tecnica che unisce gioco e informazione, ad esplorare il borgo.

è in italia il primo paese di montagna con la realtà aumentata
In Valtellina la montagna con la realtà aumentata – gentechevainmontagna.it

In tutto sono presenti 12 tappe disseminate per tutto il centro storico. Per favorire il più possibile la fruizione di questi contenuti in realtà aumentata ogni tappa è dotata anche di un codice QR da inquadrare con lo smartphone. Attraverso lo schermo o il visore i visitatori possono conoscere il passato di questa piccola realtà montana e vedere i vicoli animati dagli antichi abitanti.

E per rendere il tutto ancora più stimolante e coinvolgente il gioco, costruito come una caccia al tesoro, oltre a consentire ai visitatori di conoscere meglio Albaredo per San Marco e l’area circostante attraverso la realtà aumentata, è stato dotato anche di un interessante e divertente premio finale. Tutti coloro i quali completeranno infatti il percorso potranno portare a casa il proprio passaporto di abitante ufficiale di questo luogo di montagna che si è aperto al futuro con la realtà aumentata in maniera così straordinaria.

Impostazioni privacy