Assegno Unico, tutti i pagamenti da luglio a dicembre: le date e come avviene il pagamento

Tanti i nuclei familiari in attesa del pagamento dell’assegno unico universale per figli a carico. Ecco di seguito le date da segnare sul calendario.

Anche nel periodo compreso, da luglio a dicembre 2024, l’Inps provvederà ad erogare l’assegno unico. Vediamo quando avranno luogo e come verranno effettuati i relativi pagamenti.

Il calendario assegno unico universale per figli a carico
Assegno unico, le date di pagamento da luglio a dicembre- (Gentechevainmontagna.it)

L’assegno unico universale per figli a carico, si rivela essere un importante aiuto a sostegno delle famiglie con figli. Questo perché permette di avere qualche euro in più a propria disposizione, con cui cui poter far fronte alle varie spese quotidiane.

Non stupisce, pertanto, che siano tanti i nuclei familiari che attendono con particolarmente impazienza l’accredito di tale misura. Ma quando avranno luogo i relativi pagamenti e soprattutto come verranno effettuati? Ebbene, a fornire apposite delucidazioni in merito, ci ha pensato lo stesso Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Ecco cosa è emerso.

Assegno unico, quando avranno luogo i pagamenti: le date e i chiarimenti dell’Inps

Attraverso il messaggio numero 2302 del 20 giugno 2024, l’Inps ha reso noto il calendario dei pagamenti dell’assegno unico e universale per figli a carico che avranno luogo da luglio a dicembre 2024. Entrando nei dettagli le date da segnare sono le seguenti:

Il calendario dei pagamenti dell'assegno unico universale
Assegno unico, quando e come verrà erogato- (Gentechevainmontagna.it)
  • 17, 18, 19 luglio 2024;
  • 16, 19, 20 agosto 2024;
  • 17, 18, 19 settembre 2024;
  • 16, 17, 18 ottobre 2024;
  • 18, 19, 20 novembre 2024;
  • 17, 18, 19 dicembre 2024.

Sempre attraverso il messaggio prima citato, l’Inps ha fornito importanti chiarimenti in merito alle tempistiche di accredito della prima rata. Quest’ultima, viene sottolineato, viene generalmente pagata nell’ultima settimana del mese seguente a quello della presentazione della domanda. Sempre alla stessa data, i soggetti interessati devono fare i conti con l’eventuale conguaglio a credito o a debito.

L’Inps, d’altronde, ha 60 giorni di tempo per elaborare la domanda. In ogni caso provvede ad erogare l’eventuale mensilità arretrata. Le informazioni, in merito alle modalità di effettuazione dei conguagli da parte dell’Inps sull’importo dell’Assegno unico, possono essere visualizzate attraverso: “il nuovo pannello informativo semplificato del servizio Assegno unico e universale per i figli a carico”, consultabile nella sezione “Sostegni, Sussidi e Indennità” del portale istituzionale www.inps.it”.

Per accedere a tale servizio, è necessario utilizzare le proprie credenziali SPID, CIE o CNS, oppure rivolgersi ad un patronato. L’importo dell’assegno unico universale per figli a carico, ricordiamo, differisce in base all’Isee e all’età dei figli. Se quest’ultimi sono disabili non sono previsti limiti di età.

Il pagamento, avrà luogo, tenendo conto della modalità indicata attraverso la domanda dell’assegno unico. In genere, tale misura viene accreditata direttamente sul conto corrente, tramite bonifico bancario oppure sul libretto postale. In caso di dubbi si consiglia di consultare il sito dell’Inps o rivolgersi ad un Caf per ottenere maggiori delucidazioni.

Gestione cookie