Salmone, ormai vendono solo questa varietà al supermercato ma non comprarla: è piena di tossine

Il salmone è balzato all’attenzione per le modalità con cui viene allevato e trattato, comprare quello giusto quindi è fondamentale.

I recenti studi e le inchieste hanno portato a galla problematiche di cui si poteva già immaginare il risvolto sulla salute che oggi però sono un vero e proprio allarme. Molte tipologie di salmone sono risultate essere piene di tossine quindi quando si compra al supermercato è doveroso sapere cosa scegliere.

Salmone varietà supermercato tossine
La tipologia di salmone pericolosa (gentechevainmontagna.it)

Non solo il prezzo perché talvolta la differenza tra i due è minima, non solo i marchi che comunque non sono sinonimo di garanzia ma è importante identificare quegli aspetti che sono sostanziali e che possono cambiare tutto. Quindi imparare a riconoscere quello di qualità, rapidamente, mentre si fa la spesa.

Salmone, come riconoscere quello pericoloso: attenzione

Questo è essenziale per ovviare al problema ma soprattutto per non doversi affidare a informazioni ma capire personalmente quale tipologia comprare e quale invece evitare del tutto per la propria salute. Piccole differenze hanno invece un impatto enorme sul corpo e quindi vanno studiate minuziosamente, senza lasciarsi troppo prendere dalle offerte, pensando che poiché si tratta di pesce farà bene comunque.

salmone varietà al supermercato non comprarla
Salmone, quali sono le varietà da evitare (gentechevainmontagna.it)

La prima differenza da considerare è tra un salmone allevato e quello selvaggio, nel primo caso si tratta di un prodotto che ha un colore molto chiaro, pallido, si notano sempre delle striature bianche che sono i segni del grasso. La carne in questo caso è molto morbida ma altrettanto grassa. Questa tipologia è stata allevata con mangimi industriali di bassa qualità ed è potenzialmente ricca di tossine con uno squilibrio tra grassi omega 3 e omega 6.

Diverso è il caso del salmone che ha un colore rosa molto più vivido, scuro. La carne in questo caso è magra e compatta, non ci sono strisce chiare. L’animale è stato nutrito con alghe e crostacei, da qui appunto il colorito. È ricco di acidi grassi polinsaturi e quindi fa bene alla salute.

Ci sono pesci che sono anche molto economici quindi si può spaziare molto e in genere preferire quelli piccoli che avendo vissuto meno sono anche meno esposti ai danni ambientali che possono sorgere. Quando si sceglie però un dato prodotto come il salmone, è giusto valutarne la qualità, non ha senso altrimenti acquistarlo perché non si apporta all’organismo il beneficio di cui si è convinti.

Discorso a parte è ovviamente per prodotti confezionati, congelati o surgelati e chiaramente per quello che si acquista già tagliato o affumicato. Queste tipologie richiedono una valutazione differente.

Impostazioni privacy