Il Bonus condizionatori raddoppia: calcola il nuovo forte risparmio “così è quasi gratis”

Scopri il Bonus condizionatori e recupera dal 50% al 65% di quanto hai pagato: ecco chi ha diritto al bonus e come fare domanda.

Con l’avvicinarsi dell’estate, utilizzare il condizionatore diventa fondamentale per molte famiglie, soprattutto in certe zone d’Italia. A tal proposito, il governo ha introdotto il Bonus condizionatori, un’agevolazione fiscale che consente di recuperare una parte importante della spesa sostenuta per l’acquisto e per l’installazione di un impianto di climatizzazione.

Bonus condizionatori novità
Bonus condizionatori: come approfittare del raddoppio – (Gentechevainmontagna.it)

Scopri come funziona questo incentivo e come ottenere un rimborso che può andare dal 50% al 65%, rendendo l’acquisto “quasi gratuito”.

Cos’è il Bonus condizionatori: come calcolare il risparmio e approfittare dell’agevolazione

Possiamo citare tre bonus: due di questi, permettono di recuperare fino al 50% delle spese e uno fino al 65%. Infatti, in alcuni casi è anche possibile usufruire del superbonus, se l’intervento rientra in una ristrutturazione più ampia.

Bonus condizionatori: tutte le novità
Bonus condizionatori: raddoppia e devi approfittarne – (Gentechevainmontagna.it)

Il Bonus condizionatori è destinato a:

  • Proprietari, nudi proprietari e usufruttuari;
  • Locatari e comodatari dell’immobile;
  • Familiari conviventi o conviventi di fatto che sostengano la spesa e siano intestatari delle fatture

1. Bonus condizionatori al 50%: 2 principali agevolazioni permettono di detrarre il 50% della spesa sostenuta:

  • Bonus casa: prevede il recupero del 50% della spesa in 10 anni, con un limite massimo di spesa di 96.000 euro. Questo bonus si può applicare ai condizionatori che portano ad un risparmio energetico. Per poter beneficiare di questo bonus, è fondamentale pagare con bonifico parlante, specificando i codici fiscali e la partita Iva delle parti coinvolte, oltre a inviare una comunicazione all’Enea entro 90 giorni dall’avvenuta installazione.
  • Bonus mobili: consente di detrarre il 50% della spesa in 10 anni, con un limite massimo di 5.000 euro. L’acquisto dovrà però avvenire nell’ambito di una ristrutturazione straordinaria dell’immobile. Questo bonus richiede pagamenti tracciabili e gli scontrini o fatture. Non è necessario ma è consigliato inviare documentazione tecnica all’Enea.

2. Bonus condizionatori al 65%: si tratta dell’Ecobonus e permette di recuperare il 65% della spesa sostenuta, con un limite massimo di 46.154 euro. È applicabile ai condizionatori a pompa di calore che sostituiscono un impianto di riscaldamento invernale esistente. Per ottenere l’Ecobonus, sarà necessario pagare con bonifico parlante e inviare comunicazione ad Enea, entro 90 giorni dall’installazione. Inoltre, se l’installazione del condizionatore avviene come parte di una ristrutturazione più ampia che migliora di due classi energetiche la casa, è possibile includerlo nei lavori del Superbonus.

Ora che conosci tutte le possibilità relative al Bonus condizionatori potrai migliorare il comfort abitativo e ridurre i costi energetici a lungo termine. Con detrazioni che arrivano fino al 65%, è possibile risparmiare in modo significativo sull’acquisto e l’installazione di un nuovo impianto di climatizzazione. 

Gestione cookie