Auto nuova, paghi 40 euro e lo Stato copre il resto: la mossa del Governo Meloni

Il Governo Meloni si è reso protagonista di una mossa molto importante per andare a incentivare l’acquisto di automobili nuove. Basteranno 40 euro per riuscire a finalizzare l’acquisto e lo Stato coprirà il resto.

Ormai da tempo il mercato dell’automobile ha vissuto un cambiamento radicale. Dopo la pandemia da Coronavirus sono saliti alle stelle i prezzi dell’usato soprattutto e in molti hanno deciso di gettarsi sul nuovo.

Meloni e la mossa sulle auto
Governo Meloni, agevolazioni sulle automobili – Foto Ansa – gentechevainmontagna.it

Il 2023 dell’automobile in Italia si è chiuso con la vendita di 1.566.448 vetture nuove, stando ai numeri delle immatricolazione forniti dalla motorizzazione. Il dato è di crescita rispetto all’anno precedente, con un +19%. Però se andiamo a scavare nel tempo e ci attestiamo nell’anno prima dell’esplosione del Covid i numeri sono ben diversi, dal 2019 a oggi infatti ci siamo trovati di fronte a una flessione del 18.3%.

L’auto più venduta in Italia è stata la Fiat Panda, seguita a ruota dalla Dacia Sandero e dalla Lancia Ypsilon. Si tratta di tre modelli abbastanza economici di utilitarie che sono molto agili e utili per muoversi in città. L’automobile invece meno venduta nel nostro paese l’anno scorso è la Volvo S90 con appena 13 esemplari, ovviamente si tratta di un modello molto costoso e non alla portata di tutti. Il Governo Meloni per il 2024 ha studiato una mossa che possa far crescere ancora le vendite in fatto di macchine nuove.

Governo Meloni e la manovra sulle automobili

Il Governo Meloni sta lavorando a una manovra molto interessante sulle automobili. L’obiettivo è quello di trovarci di fronte a un’agevolazione che ci permetta di acquistare un’auto nuova senza doverci trovare di fronte a situazioni di criticità dal punto di vista economico.

Meloni e le agevolazioni sulle macchine
Benefit sulle auto per il Governo Meloni – Foto Ansa – gentechevainmontagna.it

Tra gli obiettivi c’è anche quello di permettere una transizione ecologica che porti le famiglie a sostituire le macchine di vecchia generazione con vetture elettriche. Come esempio viene preso la Renault Twingo elettrica, un’autovettura che nel corso degli anni, e nelle sue diverse versioni, ha regalato sempre picchi di vendite molto alti.

Per acquistare questo tipo di autovettura il costo iniziale della rata è di 100 euro al mese, ma con gli incentivi si potrà acquistare l’autovettura a 40 euro al mese per tre anni, con inclusi servizi di manutenzione, assistenza e garanzia, al di fuori dalle agevolazioni invece rimane l’assicurazione.

Per accedere a questo tipo di incentivo però si deve considerare l’ISEE, l’età del veicolo da rottamare e la tipologia di quello nuovo scelto. Ci sarà una graduatoria per andare poi ad assegnare questo tipo di agevolazione.

Impostazioni privacy